Tokyo 2020 Live, Immensa Nadia Battocletti (Luca Farinotti, italiasulpodio.com)

Emozioni pure quest’oggi ai giochi. Di quelle brucianti, che solo l’atletica sa suscitare. Nella batteria dei 5000 metri per la qualificazione alla finale, abbiamo assistito a una di quelle gare che ti fanno alzare dalla poltrona con la pelle d’oca sulle braccia. Immensa Battocletti, alla sua prima olimpiade. Nadia ha scelto di galleggiare tra la sesta e l’ottava posizione, rimanendo però sempre ben attaccata al gruppo. Forse è stata lievemente sorpresa, per qualche istante, dalla prima accelerazione di testa, tra i mille e i cinquecento metri, dando l’impressione di aver perso il treno per un pelo. Probabilmente la sua strategia prevedeva qualcosa di leggermente diverso da parte delle avversarie. Ma si è subito ricomposta, colmando velocemente le distanze e dimostrando una freschezza fisica e una forma mentale esaltanti. Poi, lo scatto finale: si allargava per uscire dal traffico e  piazzava una progressione clamorosa, bruciando tre avversarie in un battito di ciglia e arrivando a ridosso della coppia di testa in accelerazione massima. Se ci fossero stati altri dieci metri a disposizione, avrebbe tagliato il traguardo per prima. Un terzo posto pazzesco in 14:55:83 (primato personale) che ci fa sognare per la finale. Onore anche a Yeman Crippa che, nei 10000 (a prescindere dall’undicesimo posto finale), ha dato davvero tutto quello che poteva.

Lascia un commento